D Vega B Scarpe da Ginnastica Basse Donna Rosa Antique Rose 35 EU Geox Rosa Antique Rose D Vega B Scarpe da Ginnastica Basse Donna JIz97NGtBS

SKU862862222
D Vega B, Scarpe da Ginnastica Basse Donna, Rosa (Antique Rose), 35 EU Geox
D Vega B, Scarpe da Ginnastica Basse Donna, Rosa (Antique Rose), 35 EU Geox
ENTI GESTORI

L’abbazia, luogo di incontro e studio

Spazi che parlano di una grande storia e coinvolgono in un presente di bellezza

Mirasole offre una interessante varietà di sale, dalle diverse dimensioni e conformazione, pronte ad accogliere ogni tipo di evento, dai congressi e seminari, a riunioni per un numero limitato di persone, a pranzi e cene eleganti o famigliari, feste e celebrazioni, incontri formativi e momenti di studio. Le dimensioni delle sale permettono l’incontro di gruppi formati dalle 10 alle oltre 300 persone che trovano, in Abbazia, un tempo di distensione e concentrazione. Vivere l’Abbazia permette di allontanarsi dall’impazienza della vita quotidiana e di immergersi nell’armonia con la terra, con la storia e con la bellezza che si fondono con l’incontro e la condivisione.

Progetto Mirasole Impresa Sociale mette a disposizione la sua cucina per servizi di ristorazione, impegnando personale in formazione professionale e in reinserimento lavorativo.

Info: 02 02576103 / Harolds Campo borsa per portatile pelle 28 cm mango GWfAW

Scarpe da Trail Running Donna Speedcross Pro 2 W Scarpe da Trail Running Donna Nero Black/Virtual Pink/Black 000 40 2/3 EU Salomon Nero (Black/Virtual Pink/Black 000) 40 2/3 EU Salomon Speedcross Pro 2 W jm8DMpXZms

Questa sala è stata il refettorio monastico fin dal XIII secolo. Il soffitto è con volte a vela.

Stivali Corti Uomo 723K56129A Stivali Corti Uomo Blu P3NA 45 EU Bullboxer Blu (P3NA) 723K56129A 45 EU Bullboxer fY0wm8IHbz

La colonna centrale in laterizio, con capitello a dado smussato, richiama l'architettura cistercense di Chiaravalle.

Carmons Scarpe Stringate Oxford Uomo Marrone Medium Brown 425 EU BOSS Scarpe Stringate Oxford Uomo 5dv6ywk6

Nella sala, un arco a sesto acuto, sorretto dalle sezioni di due colonne, delimita la larghezza dell'ambiente.

Senapen Scarpe Stringate Derby Uomo Blu Dark Blue 0000ff 46 EU Ted Baker Senapen qNBGkP0lh

Nella sala si ammirano la bifora e la monofora (1220-1230 circa) che si affacciavano sulla parete esterna dell'originaria struttura.

SCARICA SCHEDA

La sala è impreziosita da tre finestre con archi a sesto acuto.

SCARICA SCHEDA

Il lato della sala che si affaccia sul chiostro documenta le mura cinquecentesche esterne della Chiesa abbaziale.

SCARICA SCHEDA

La sala presenta una finestra a monofora.

SCARICA SCHEDA

Il soffitto a vela con capriate in legno rende questo salone molto scenografico.

SCARICA SCHEDA

La sala, comunicante con la cucina, è stata il refettorio della foresteria monastica dell'ultima comunità religiosa che ha abitato l'Abbazia.

SCARICA SCHEDA

Ampia sala illuminata da finestroni alti che si affaccia direttamente sulla corte agricola.

SCARICA SCHEDA

Ampissimo salone rettangolare, parte della settecentesca stalla del complesso abbaziale.

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Autore: Charles A Collo Basso Uomo Nero Black Black White 46 KSwiss 5kxHOlQsW
. Pubblicato il 20 luglio 2018. Inserito in Sneakers Interactive Black Hogan A0xpB
, CECILIAWOM Sandali Donna Nero Nero Black/Black 35 Flossy Nero (Nero (Black/Black)) Sandali Donna cWD6Xe
.

Prosegue il confronto tra l’Amministrazione comunale e la Dusty, ditta incaricata dal servizio d’igiene ambietale, sulla questione della funzionalità e delle criticità del servizio di raccolta differenziata in città. Al tavolo tecnico di stamattina ha partecipato anche l’Ing. Salvatore Torre, Funzionario Capo Servizio Ambiente del Comune e si sono affrontati anche i profili più squisitamente giuridici di un’eventuale ulteriore novazione del rapporto contrattuale, sempre finalizzata alla rimozione di quegli elementi della struttura del servizio che, alla luce dell’esperienza, risultano ostacolare piuttosto che favorire la funzionalità piena del ciclo dei rifiuti. La proposta che si sta valutando con maggiore insistenza è quella di potenziare il servizio mediante collocazione di isole permanenti. “Nel fare il punto della situazione attuale, dopo l’avvio delle nuove modalità di conferimento presso le IEM col medesimo calendario delle zone servite dal porta a porta, si è dovuto constatare – si legge in una nota – che se da una parte migliorano i livelli di raccolta differenziata, per altro aspetto risultano ancora notevolmente diffusi comportamenti di abbandono dei rifiuti pressoché in tutto il territorio comunale, con aree di particolare criticità. Permangono difficoltà nella conduzione dei servizi, evidentemente ancora in “rodaggio” e suscettibili di ulteriori affinamenti, ma resta il fatto che l’abbandono indiscriminato di rifiuti certamente non aiuta”. E’ stato ribadito che è importante la differenziazione dei rifiuti parte necessariamente dal concorso dei cittadini, senza il quale il sistema non può funzionare. “Soltanto l’impegno di ciascuno ci potrà condurre a un grande risultato collettivo. La raccolta differenziata parte dai singoli: dalle famiglie e dalle utenze commerciali. I controlli in corso da parte della Polizia Municipale e delle Guardie ecozoofile, le sanzioni applicate per abbandono di rifiuti – che diventano sempre più numerose – la collaborazione che si potrà avviare nei prossimi giorni con le altre Forze dell’Ordine, non devono essere la soluzione, la quale, invece, deve trovarsi nella sensibilità e nel senso civico di ciascuno”.

La Dusty ricorda, una volta ancora, i canali utilizzabili per ottenere tutte le informazioni necessarie per smaltire correttamente i rifiuti, per conoscere la localizzazione delle isole ecologiche mobili, i giorni e gli orari di conferimento e ogni altra notizia richiesta: il numero verde gratuito 800 164 722 (anche per lo smaltimento degli ingombranti), il portale web del Comune (www.comune.barcellona-pozzo-di-gotto.me.it) o quello della Dusty (www.dusty.it), nelle apposite sezioni, o l’app dedicata “Dusty Barcellona Pozzo di Gotto” (iOS o Android). Coloro i quali non disponessero ancora del kit per raccolta differenziata potranno ottenerlo rivolgendosi al CCR di C.da S. Andrea (zona artigianale).

Nell’intervista, qui riportata, risaltano le pratiche e le tecniche attuate dalla segnatrice, come la gestualità adoperata per curare il fuoco di Sant’Antonio oppure le formule curative composte da inusuali erbe medicinali, che rimandano ad un sapere “magico-popolare” dalle radici lontane, che tuttavia trova ragion d’essere anche ai nostri giorni.

Rimedi “casalinghi” che fanno riferimento all’utilizzo di oggetti significanti [3] non comuni, quali metalli preziosi come l’argento oppure il “grasso di maiale invecchiato” e piante selvatiche. Questi spesso funzionano laddove la scienza sembra fallire. Come ci dimostra l’intervista, il ricorso alla tradizione, in questo caso quella della segnatrice che ha “acquisito” il dono per vie familiari, è ancora un’ opzione valida e diffusa nell’immaginario locale e quotidiano. L’intervistata vive a Pontremoli, ha 64 anni, è una delle ultime segnatrici ancora in attività in una zona dell’Appennino tosco-emiliano che ha visto questo fenomeno radicarsi e conservarsi nel tempo. Siamo andati alla sua ricerca, alla ricerca di pratiche e significati che hanno la funzione di ristabilire un equilibrio, per esempio attraverso la cura di malattie, patologie, oppure risolvendo specifici fenomeni individuali come il “malocchio”, altrimenti irrisolvibili.

Ci accoglie a casa. Una casa come tante altre, oggetti comuni, quotidiani.

– Quando ha iniziato fare la segnatrice [4] ?

– Sono casalinga e facendo le pulizie ho ereditato questa dote da mia madre, che desiderava che anch’io imparassi. Fin da piccola vedevo la gente che veniva da mia mamma, io osservavo quello che lei faceva, ero affascinata ed incuriosita. Quando mia madre è mancata, a 79 anni, alcune persone si sono rivolte a me chiedendomi se li segnavo, non ho avuto il coraggio di dire di no ed ho iniziato, faccio questo da 11 anni.

– Lei come si può descrivere?

– Io sono una segnatrice, penso di fare del bene, in fondo segnare è una cosa buona ed è utile.

Sento di poter far qualcosa per la persona che si rivolge a me e sono felice di questo. Qualcosa c’è che mi lega alla segnatura, non so spiegare cosa sia, ma non basta solo la mia volontà, c’è qualcosa d’altro. E’ qualcosa di buono, che mi consente di fare del bene.

– L ei si sente una grossa responsabilità nel segnare la persona che viene con una precisa richiesta

– Sì, io non voglio deludere chi viene da me. Il mio compito è guarirla.Tante persone mi chiedono di segnarsi: giovani, anziani o persone di media età. Quando la persona viene da me, o mi cerca, io non faccio domande, faccio il mio lavoro e non voglio sapere altro.

– Diceva che è stata sua madre a trasmetterle questa dote. Pensa di poter riuscire a continuare a tramandarla anche ai suoi figli?

– Questo lavoro si tramanda da diverse generazioni, prima lo faceva mia nonna , poi mia mamma, ora io, un giorno potrebbero farlo i miei figli. Entrambi mi sembrano portati, mia figlia mi ha chiesto più volte spiegazioni e mi sembra interessata ad imparare. Recentemente anche mio figlio ha voluto alcune informazioni. Sono convinta che quando si sentiranno pronti, verranno da me e mi chiederanno di provare. Nel mio caso, mia madre mi ha lasciato un quadernetto, che io ho trascritto, lì ci sono tutte le parole e le preghiere che mi servono e che io ripeto a seconda della malattia che devo curare. Le persone che vogliono farlo, devono innanzi tutto crederci, ma devono anche avere un animo buono.

Dal 1992 E20PROGETTI è specializzata nelle strategie di promozione, nella realizzazione di materiali e nell'ideazione di eventi, mostre e libri per enti pubblici e aziende private. Un'attività che da sempre svolge dedicando grande attenzione al territorio piemontese nel suo insieme produttivo e culturale.

Lavori Recenti